Crea sito

Archive for agosto, 2011

5 Horror recenti che mi hanno colpito

by morettafra on ago.31, 2011, under Classifiche, Horror

Nonostante la desolazione e la bassa qualità che caratterizza molte pellicole odierne i film fatti come Cthulu comanda non mancano.Ecco i miei preferiti:
                                                       30 GIORNI DI NOTTE


Ispirato al celebre fumetto del duo Niles/Templesmith il film di David Slade può contare su una riuscita e crepuscolare ambientazione artica,su dei vampiri mostruosi e resi per quello che dovrebbero essere:dei predatori.Consigliato a chi ama gli Horror d’assedio.
WAKE WOOD

A meta strada tra “The Wicker Man” e “Pet Sematary” ecco il riuscito nuovo parto della rinata Hammer.Una pellicola non perfetta ma diretta con mestiere e attenzione per l’atmosfera.Un piccolo gioiellino.
TRICK OR TREAT

Non un semplice horror antologico,ma quello che per me ormai è il film di Halloween per antonomasia.5 storie che durante la celebre festività si intrecciano sottilmente tra di loro.Consigliatissimo!
HOUSE OF THE DEVIL 


Il film del giovane Ty West è uno dei pochi che siano riusciti realmente a ricreare l’atmosfera delle pellicole degli anni 80,senza scadere in una sterile operazione di marketing.Da vedere,rivedere e amare perchè di film così non  ne  fanno più.(sul serio)
THE WOMAN

Come non inserire al primo posto questo magnifico film che narra di una famiglia disfunzionale che oltrepassa completamente ogni limite tramite le sevizie inflitte ad una ragazza selvaggia?Un film forte non tanto per quello che mostra,ma per il clima familiare disastrato,pieno di personaggi che definire meschini è un complimento,in cui nessuno si salva.Tutti sono vittime e carnefici allo stesso tempo.
Menzioni d’onore sono poi “REC” di Balaguero e Plaza, “Bug” di William Friedkin e “Right at your door” di Chris Gorak.
E voi?Quali pellicole recenti vi hanno colpito?

13 Comments more...

I felini della Gran Bretagna

by morettafra on ago.29, 2011, under Il Bestiario


Gli avvistamenti di grandi felini nel territorio europeo costituiscono uno dei più interessanti enigmi della moderna criptozoologia (come ben sa il buon Edu che sul suo blog ha dedicato un dossier ai recenti avvistamenti della famigerata pantera nera in Italia).Nello specifico in Gran Bretagna sono anni che si segnalano avvistamenti di grossi felini simili a puma o pantere.Come nel caso del cosidetto “Big British Cat” o puma europeo nel 1969 nel Surrey a Sud di Londra.Quello che distingue questo caso ( e molti altri) dalle “comuni” fughe di simili animali da zoo e circhi e il susseguirsi negli anni di continui avvistamenti,senza che il felino venga catturato.(quasi fosse un animale fantasma.)Tanto che perfino un imponente battuta di caccia formata da 156 uomini fra poliziotti,militari e rappresentanti di associazioni per la protezione degli animali e 21 cani si dimostrò destinate a fallire.Il 30 Agosto del 1964 ad esempio sempre in Gran Bretagna a destare preoccupazione è il ritrovamento di un bue ferito con sul corpo le tracce di artigli,mentre invece nel Settembre del 1964 a Cranleigh viene trovato un capriolo morto con il collo spezzato.(e sempre tracce di artigli)
Oltre al puma del Surrey altre regioni della Gran Bretagna sono state interessate da avvistamenti di grandi felini.Il 4 febbraio del 1965 la polizia avverti i visitatori della New Forest nell’Hampshire della presenza di un felino.Ma il maggior numero di avvistamenti del periodo avvvengono nel Devon,zona che per la presenza di una numerosa fauna potrebbe realmente sostentare un predatore di grosse dimensioni.Nel 1979 degli allevatori di bestiame subirono un certo numero di perdite,ma di avvistamenti nel Devon se ne parla addiriturà nel 1930 quando un archeologo avvistò quello che sembrava essere un puma.Nel 1969 durante un viaggio in auto il Colonnello W.A.C. Haynes avvistò sul ciglio della strada un grosso animale.Haynes (che ebbe modo di osservarlo per ben tre minuti) lo descrive con una testa bruna,occhi prominenti e naso camuso.I fianchi invece erano bruno pallido con una sfumatura di marrone sporco,mentre la zampe scure recavano delle macchie delle dimensioni di un penny.Sulla schiena spiccava una fila di peli alta 5 centimetri mentre la coda sembrava una corda sporca.Tra il 1978 e il 1979 a Moretonhampstead viene segnalato un animale simile ad un leone,mentre in Scozia nel 1927 a Inverness un coltivatore uccise un animale dal pelame giallo.La pelliccia esaminata a Londra risultò essere di lince.Nel 1976 a Cannich nei pressi di Loch Ness viene avvistato un grosso felino nero,che 5 mesi dopo viene nuovamente avvistato ma più grosso come se fosso cresciuto.A stupire in questi casi è la varità dei felini avvistati,alcuni neri altri gialli.

Il puma del Surrey o Big British Cat

Nel 1983 invece sale agli onori della cronaca nell’Exmoor una serie di avvistamenti di un animale per alcuni simile a un grosso mastino,per altri indubbiamente un felino.(il partcolare del mastino fa pensare alla lunga tradizione di avvistamenti di cani neri nel Regno Unito)
Di fronte ad una simile varietà di avvistamenti la comunità scientifica formulo tre ipotesi:
-Quessti felini appartengono ad una razza autoctona che non ha lasciato tracce fossili e che con la progressiva industrializzazione si è ritirata nei boschi.
-Gli animali avvistati sono semplicemente fuggiti da zoo,parchi,circhi o da abitazioni private in cui erano tenuti come animali da compagnia.
-Si tratterebbe in realtà di un enorme esperimento psicologico iniziato nel 1961 dalle autorità militari e volto a studiare le reazioni dei civili e della società.
Anche l’America del Nord e l’Australia hanno segnalazioni di avvistamenti di strani felini,ma di questo ne riparleremo prossimamente.

8 Comments more...

Zombies!An illustrated history of the Undead

by morettafra on ago.25, 2011, under Horror, Recensioni Libri, Zombi


Mentre in Italia la pubblicazione di saggi dedicati al cinema Horror e a certe figure dell’immaginario perturbante è un evento raro,all’estero le cose vanno diversamente.Quest’anno la St. Martin’s Griffin ha dato alle stampe un interessante diesamina a 360° gradi sulla figura del morto vivente.L’autrice è Jovanka Vuckovic ex-editor in chief della rivista “Rue Morgue”.La Vuckovic esamina la figura dello Zombi partendo dalle tradizioni Voodoo e dalla cultura Haitiana,passando per i primi exploit letterari e ovviamente il cinema,i fumetti,la musica e i videogiochi.(Con una capatina dedicata agli episodi zombeschi di “Masters of Horror”)L’autrice dimostra una forte conoscenza della materia distinguendo con criterio e fermezza titoli validi da altri più trash ed esaminando anche da un ottica dei ruoli sessuali la saga dei Resuscitati Ciechi di De Ossorio.(in cui paragona a degli strupri gli attacchi che i monaci zombi portano alle loro vittime femminili)Se si vuole cercare un difetto e forse nell’asprezza con cui l’autrice critica titoli distanti dalla poetica Romeriana (la Vuckovic è ammiratrice e conoscente di Romero)Inspiegabile è l’inserimento di “Zeder” di Avati nell’elenco dei film zombeschi italiani di stampo più trash.Per il resto si tratta di un saggio completo,arguto e che conta anche una prefazione di George Romero e un reparto fotografico ben curato con centinaia di immagini e locandine.Un must per ogni appassionato di zombi.

2 Comments more...

Dolls (1987)

by morettafra on ago.23, 2011, under Horror, Recensioni Film


SINOSSI
A causa di una violenta tempesta sei persone si ritrovano a passare la notte nella magione di un anziana coppia.E sarà una notte che non dimenticheranno…
COMMENTO
“C’era una volta tanto tempo fa un anziana coppia che viveva in una vecchia casa piena di bambole,quando una notte giunsero 6 persone…”.Ecco “Dolls” sarebbe potuto tranquillamente iniziare cosi,con il classico incipit fiabesco.Perchè principalmente è una fiaba,paurosa ed efferata come le fiabe originali sanno essere (perlomeno prima che un certo Disney le edulcorasse) e come le fiabe ha anche una sua morale.Morale che è una condanna all’inaridimento e alla grettezza che spesso caratterizza il mondo degli adulti,ma procediamo con ordine.La piccola Judy in viaggio con il padre e la matrigna (avidi,egoisti e poco interessati a occuparsi della bambina) vengono costretti da un temporale a fermarsi in una vecchia casa dall’aspetto gotico.La casa si rivelerà abitata da un anziana coppia che si guadagna da vivere costruendo giocattoli.Poco dopo anche altre tre persone trovano rifugio dentro la casa:un giovane semplice e modesto di nome Ralph e due  autostoppiste.(che hanno la pessima abitudine di derubare il prossimo)Una volta sistemati gli ospiti per la notte ecco che inizia il massacro e d’ora in poi consiglio di non proseguire a chi odia gli SPOILER.Perchè i giocattoli che addobbano la casa sono vivi e dietro comando dei due vecchi (che in realtà sono una coppia di streghe) iniziano a uccidere e mettere alla prova gli ospiti.Prima parlavo di una morale e qui entra in gioco perchè per sopravvivere occorre avere la semplicità e la capacità di sognare di un bambino.Caratteristiche che Judy (ovviamente) e Ralph possiedono.(Anzi a un certo punto Ralph dice di essere sempre stato un bambino cresciuto troppo).Le due autostoppiste e i genitori di Judy invece si dimostreranno troppo meschini,avidi e stupidi finendo così con l’essere uccisi nei modi più fantasiosi dai giocattoli.(Grandiosa la scena in cui una delle autostoppiste viene giustiziata da un plotone di soldatini al rullo dei tamburi)La semplicità di un bimbo come virtù quindi.Ingenuo?Probabile ma d’altronde siamo in una fiaba quindi perchè non crederci?Da parte mia il rapporto con i giocattoli che hanno sia Judy che Ralph (che racconta come da piccolo credesse che la notte i suoi balocchi si animassero) mi hanno ricordato parecchio la mia infanzia.(causandomi un improvvisa nostalgia)Se poi si conta che io in cantina ho ancora tutti i miei giocattoli…Perchè come dice il vecchio stregone “I giocattoli sono fedeli,non ti abbandonano mai”.Ein effetti di giocattoli ne compaiono a bizzeffe di ogni tipo e dimensioni da soldatini di legno a marionette,da bambole a orsacchiotti e fantocci.(Tutti pronti a tramutarsi in spietati assasini)Guardate questo film e non penserete più ai vostri vecchi giochi nello stesso modo…

Dolls (1987) Trailer

6 Comments more...

Nuova stagione

by morettafra on ago.22, 2011, under Comunicazioni di servizio

Dopo la breve pausa estiva  Tralfamadore riapre i battenti con qualche piccolo cambiamento.Durante l’estate come annunciato tempo fa (per la precisione qui) ho aperto un mio blog su Tumblr “Il Tralfamadoriano” (di cui trovate il link nella colonna del Blogroll).Il mio tumblr rappresenta la parte per cosi dire artistica di Tralfamadore,perciò non pubblicherò più articoli a tema artistico visivo.(A parte rare eccezzioni)Le recensioni di libri,film e fumetti e gli articoli sui criptidi e ltre stranezze restano.In merito ai film cercherò di occuparmi di pellicole degli anni 60,70 e 80 soprattutto di film non molto noti.Questo è tutto ci risentiamo domani con un vecchio film di Stuart Gordon…

2 Comments more...

5 Cacciatori di mostri

by morettafra on ago.09, 2011, under Classifiche, Horror


La figura del cacciatore di mostri è uno dei topoi classici del genere fantastico.Escludendo quindi figure note (e inflazionate) come Buffy e Blade ecco i miei cinque favoriti:
QUINCY HARKER
Creato da Marv Wolfman sulle pagine de “La Tomba di Dracula” Quincy è il figlio di Mina e Jonathan Harker due dei protagonisti di “Dracula”.Avendo assistito alla morte dei genitori per mano di un redivivo Conte ,Quincy dedica la propria vita ad un unico scopo:uccidere Dracula e i suoi simili.Vittime della sua crociata saranno sua moglie e sua figlia.(Nonchè la sua stessa salute,visto che Dracula lo ha reso paralitico)Pur se invalido Quincy è fortemente determinato e spietato a sufficienza per raggiungere il suo compito,potendo contare su una rete di collaboratori e di armi letali inserite nella sua sedia a rotelle.

ELSA BLOODSTONE
Nata originariamente come clone di casa Marvel di Buffy,il personaggio di Elsa assume propri precisi connotati grazie al geniale Warren Ellis.(Che su “Nextwave” l’aveva resa protagonista insieme ad altri characters minori.)Per Elsa la caccia ai mostri è una tradizione di famiglia ereditata dal padre Ulysses Bloodstone.Cinica,arrogante (e più interessata a uccidere i mostri che a salvare gli innocenti) Elsa trae i suoi poteri dalla pietra di sangue del padre(che le dona longevità e resistenza) ed è un eccezionale combattente nonchè esperta nell’uso di qualsiasi arma.

HARLAN DRAKA
Harlan è un Dampyr,il figlio di un vampiro e una donna umana dotato quindi di poteri che gli consentono di uccidere i signori della notte.Schierato dalla parte delle forze del bene vive a Praga insieme ai compagni Tesla (una vampira buona) e Kurjak (un soldato che ha deciso di combattere l’unica guerra giusta)Oltre che con i vampiri Harlan ha combattuto con mostri e creature maligne di ogni tipo in diverse parti del mondo.

SOLOMON KANE
Cacciatore di streghe puritano creato da R.E. Howard Kane viaggia per il mondo con un unico scopo eliminare il male in ogni sua forma.umana o soprannaturale.Solomon Kane è uno dei più letali e formidabili cacciatori di mostri creati dalla fantasia umana,con lui il maligno può solo disperarsi.

VERGY
Creato dallo scrittore Claudio Vergnani per la sua trilogia vampirica,Vergy è un ammazzavampiri modenese,forse uno dei più interessanti personaggi partoriti dalla letteratura negli ultimi anni.Rozzo,insofferente ad ogni forma di dovere,maschilista eppure insospettabilmente colto,fedele ai propri amici e capace di affrontare con un lanciagranate anche un maestro vampiro Vergy è forse il più umanamente meraviglioso e realistico vampire hunter degli ultimi anni.

4 Comments more...

I miei 5 film Hammer preferiti

by morettafra on ago.01, 2011, under Classifiche, Horror

Per me la Hammer rappresenta una stagione irripetibile e magica della storia del cinema Horror.Pur amando tutte le sue pellicole ne ho scelte cinque che mi hanno particolarmente colpito.Eccole:
L’IMPLACABILE CONDANNA (1961)
L’interpretazione Hammer della licantropia che però si rifà al romanzo di Guy Endore “The werewolf of Paris” e ambienta la vicenda in Spagna con protagonista un giovane Oliver Reed.(che fornisce una straziante interpretazione dell’uomo lupo Leon)Questo film è una magnifica parabola del rapporto uomo/bestia in cui Terence Fisher riflette sull’animalità insita nell’animo umano.

IL MISTERO DEL CASTELLO (1962)
Da me già recensito qui.Nel tornare a parlarne oltre all’interessante interpretazione del vampirismo che fornisce può contare su uno dei migliori incipit del periodo.Assolutamente da vedere.

LA LUNGA NOTTE DELL’ORRORE (1966)
Prima di Romero la Hammer diede la propria versione anche della figura dello zombi,in una storia che pur rifacendosi alla tradizione voodo presenta degli zombi putrefatti diversi quindi dall’iconografia classica.(Tanto che per alcuni questo film e il punto di collegamento tra lo zombi classico e quello romeriano.)

LA MASCHERA DI FRANKENSTEIN (1958)
Il primo film realizzato dalla Hammer una versione più realistica e al passo con i tempi rispetto al pur bello film di Whale.Tutti gli elementi vincenti della mitica casa di produzione sono già presenti qui:Lee e Cushing hanno i ruoli principali,Fisher dirige e Sangster scrive la sceneggiatura.

DRACULA PRINCIPE DELLE TENEBRE (1966)
Terzo film della serie Hammer su Dracula in cui Christopher Lee fornisce una delle sue migliori performance.Pur non pronunciando battute (Lee si era rifiutato di usare le battute previste nel copione perchè troppo ridicole e inadatte a Dracula a suo parere) il suo Dracula è carismatico e ipnotico,un autentico principe delle tenebre.(In più si segnalano alcune sequenze prese dal romanzo di Stoker e ottimamente girate da Fisher)

Commenti disabilitati more...

Creare blog