Crea sito

Western

Rotten Vol.1

by morettafra on set.07, 2011, under Horror, Recensioni Fumetti, Western, Zombi


SINOSSI
1877.Stati Uniti.Una misteriosa epidemia riporta in vita i morti rendendoli aggressivi e antropofagi.Due agenti governativi William Wade e J.J. Flynn vengono incaricati di investigare sulla faccenda.
COMMENTO
A dispetto di quello che si potrebbe credere l’idea di piazzare un epidemia zombesca non è nuova,in passato se n’erano già occupati scrittori come Lansdale e Recchioni.Quello che distingue però “Rotten” dai suoi predecessori e l’assenza di toni pulp per sposare invece in pieno le tematiche del Romero della trilogia classica.Iniziamo con l’inquadrare per prima l’epoca.Siamo nell’America del 1877 reduci dalle elezioni che hanno visto vincere Rutherford B. Hayes da molti accusato di aver vinto tramite dei brogli elettorali,un presidente quindi non molto amata anzi sentito come imposto.Un periodo di tumulti in cui si va a inserire la classica epidemia zombesca come George Romero ci ha narrato.E in effetti si torna alle atmosfere de “La Notte dei Morti Viventi”.gli zombi sono lenti ma inarrestabili e le persone non sanno nulla di loro,nè da dove vengono nè come ucciderli.(Cosa che verrà appresa con l’esperienza)Nel tentativo di comprendere e risolvere il problema la Casa Bianca invierà a far luce due agenti tra loro diversi per carattere:Wade cinico e forzatamente richiamato in servizio e Flynn,medico e curioso di analizzare gli zombi per comprenderne l’origine.Nel primo volume si occuperanno di due casi:nel primo una cittadina mineraria colpita dal contagio,dove alla minaccia zombesca si mischiano le lotte tra i minatori (sfruttati e malpagati) e il ricco Blankenship padrone della miniera.Nel secondo invece una ragazza risorta come zombi viene invece creduta dalla famiglia e dai compaesanei (entrambi bigotti e troppo religiosi) una miracolata da Dio.(scatenando cosi una serie di polemiche che ricordano molto quelle suscitate dai moderni casi di eutanasia)La morale Romeriana emerge felicemente per tutto il volume in particolare nel primo episodio,in cui contro una comune minaccia due diverse fazioni di uomini non solo non riescono a far fronte comune ma proseguono nel combattersi esponendosi cosi sempre di più ad enormi rischi.(che prevedibilmente termineranno con un banchetto zombesco)”Rotten” è anche un solido fumetto western che rappresenta in modo realistico e crudo la vita nella frontiera americana.Per quel mi riguarda la lettura del primo volume è stata positiva al punto che posso affermare di trovarmi di fronte ad un fumetto finalmente in grado di tenere testa al “The Walking Dead” di Kirkman.

Rotten Booktrailer

6 Comments more...

Garrett:Uccidero ancora Billy the Kid

by morettafra on mag.18, 2011, under Horror, Recensioni Fumetti, Western, Zombi


SINOSSI
In un America in cui i morti tornano in vita e si cibano dei vivi,Pat Garrett deve nuovamente dare la caccia al suo vecchio compagno W.H.Bonney alias Billy the Kid risorto come zombi ma (a differenza degli altri) scaltro,intelligente e deciso a scatenare una rivolta.
COMMENTO
Roberto Recchioni creatore di John Doe e voce spesso originale nel panorama italiano si cimenta con una versione zombesca di una delle leggende del Far West  Billy the Kid,bandito e pistolero.Recchioni immagina lo scatenarsi di una epidemia zombesca nell’America del 19° secolo.Nessuno ne conosce le cause,alcuni se ne attribuiscono il merito (come Toro Seduto che proclama il fenomeno come il risultato di una sua maledizione contro l’uomo bianco).Gli zombi chiamati Pelleossa dagli Americani,vengono per la maggior parte asserviti dai vivi come forza lavoro (a parte alcune bande che con loro attività carnivore massacrano bande di bestiame causando così non pochi problemi agli allevatori e ai proprietari terrieri)In questo contesto abbiamo un Pat Garrett stanco,disilluso e cinico,che dopo aver sperperato i soldi guadagnati uccidendo Billy si ritrova a dover nuovamente ricoprire il ruolo di Giuda per conto delle autorità.Perchè Billy the Kid è risorto e a differenza degli altri Pelleossa (che gli obbediscono docilmente) è intelligente e deciso a farla pagare a tutti.I messicani e i reietti lo vedono come un nuovo Messia e questo preoccupa le autorità che si rivolgono così a Pat,costretto così a dare la caccia ad un uomo morto (che forse è ancora suo amico).La storia è quindi un Western post-mortem con i controcazzi,tra citazioni a Peckinpah e Romero,sparatorie e banchetti zombeschi.Vedremo due uomin forse amici,forse nemici (o entrambi) inseguirsi per un America decisamente fuori dalla norma.A volte la caratterizzazione dei personaggi è troppo Pulp con un Billy the Kid messia e un Garrett cinico e bastardo come non mai.(per non parlare di alcuni personaggi secondari come Charlotte la moglie di Billy,una ex prostituta che ha con lui un rapporto di amore/Odio).Il cast artistico è ottimo come capita di solito nei lavori di Recchioni.Consigliato se amate il Western,gli zombi o se semplicemente cercate qualcosa di interessante nell’asfittico panorama italiano.
NOTA:Originariamente pubblicato in 4 numeri dalla BD (che in appendice avevano il racconto “Parla con le ombre” di Casali e approfondimenti sul vero Billy the Kid e gli zombi) è stato successivamente ristampato in volume privo delle appendici.

2 Comments more...

Creare blog