Crea sito

Garrett:Uccidero ancora Billy the Kid

by morettafra on mag.18, 2011, under Horror, Recensioni Fumetti, Western, Zombi


SINOSSI
In un America in cui i morti tornano in vita e si cibano dei vivi,Pat Garrett deve nuovamente dare la caccia al suo vecchio compagno W.H.Bonney alias Billy the Kid risorto come zombi ma (a differenza degli altri) scaltro,intelligente e deciso a scatenare una rivolta.
COMMENTO
Roberto Recchioni creatore di John Doe e voce spesso originale nel panorama italiano si cimenta con una versione zombesca di una delle leggende del Far West  Billy the Kid,bandito e pistolero.Recchioni immagina lo scatenarsi di una epidemia zombesca nell’America del 19° secolo.Nessuno ne conosce le cause,alcuni se ne attribuiscono il merito (come Toro Seduto che proclama il fenomeno come il risultato di una sua maledizione contro l’uomo bianco).Gli zombi chiamati Pelleossa dagli Americani,vengono per la maggior parte asserviti dai vivi come forza lavoro (a parte alcune bande che con loro attività carnivore massacrano bande di bestiame causando così non pochi problemi agli allevatori e ai proprietari terrieri)In questo contesto abbiamo un Pat Garrett stanco,disilluso e cinico,che dopo aver sperperato i soldi guadagnati uccidendo Billy si ritrova a dover nuovamente ricoprire il ruolo di Giuda per conto delle autorità.Perchè Billy the Kid è risorto e a differenza degli altri Pelleossa (che gli obbediscono docilmente) è intelligente e deciso a farla pagare a tutti.I messicani e i reietti lo vedono come un nuovo Messia e questo preoccupa le autorità che si rivolgono così a Pat,costretto così a dare la caccia ad un uomo morto (che forse è ancora suo amico).La storia è quindi un Western post-mortem con i controcazzi,tra citazioni a Peckinpah e Romero,sparatorie e banchetti zombeschi.Vedremo due uomin forse amici,forse nemici (o entrambi) inseguirsi per un America decisamente fuori dalla norma.A volte la caratterizzazione dei personaggi è troppo Pulp con un Billy the Kid messia e un Garrett cinico e bastardo come non mai.(per non parlare di alcuni personaggi secondari come Charlotte la moglie di Billy,una ex prostituta che ha con lui un rapporto di amore/Odio).Il cast artistico è ottimo come capita di solito nei lavori di Recchioni.Consigliato se amate il Western,gli zombi o se semplicemente cercate qualcosa di interessante nell’asfittico panorama italiano.
NOTA:Originariamente pubblicato in 4 numeri dalla BD (che in appendice avevano il racconto “Parla con le ombre” di Casali e approfondimenti sul vero Billy the Kid e gli zombi) è stato successivamente ristampato in volume privo delle appendici.

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Blogplay
:,

2 Comments for this entry

Creare blog