Crea sito

I Felini di Australia e Nord America

by morettafra on nov.23, 2011, under Il Bestiario


Dopo aver parlato dei felini della Gran Bretagna passiamo ora ad occuparci dei loro avvistamenti in altre parti del mondo ovvero America e Australia. In Ontario (Canada) ad esempio negli anni 70-80 vi furono molti avvistamenti di grandi felini spesso identificati come dei Puma.Si parlo anche di un puma nero avvistato e fotografato a Brockville,ma come spesso succede in questi casi la foto non è abbastanza nitida per verificare la realtà di questi avvistamenti.
Nei primi del novecento l’Arkansas fu teatro di numerosi avvistamenti di grossi gatti neri e stando al New York Herald Tribune nel 1922 a Larchmont nei pressi di New York la popolazione locale fu spaventata dagli avvistamenti di un big puma e dei suoi piccoli. Spesso in realtà ad un esame accertato i supposti felini risultarono essere dei coyote o dei cani,ma alcuni hanno anche tirato in ballo l’ipotesi che si trattasse di esemplari ancora in vita di leone preistorico.
D’altronde in Australia la situazione diventa ancora più spinosa per un semplice fatto:in quel continente i felidi non fanno parte della fauna locale. La maggior parte dei mammiferi Australiani sono difatti marsupiali. Eppure in The Wild Animals of Australia di Burrell e Le Souf viene descritto un grosso felino marsupiale dal manto striato. Descrizione basata su alcuni avvistamenti.
Nel 1870 il magistrato di Cardwell nel Queensland B.G.Sheridan stava passeggiando con il figlio quando il loro cane inizio ad abbaiare contro uno strano animale.Il figlio del magistrato lo descrive con un muso simile a quello di un gatto,una lunga coda e il corpo striato di nero e giallo dai fianchi al ventre.

Ad Atherton invece una tigre marsupiale penetra in un allevamento e viene uccisa. Stando al naturalista George Sharp che ne esamino i resti dal muso alla coda misurava un metro e mezzo. Lo scrittore J.L.Idriess fu testimone di un altro avvistamento. Mentre passeggiava la sua attenzione fu attirata da un canguro acquattato nell’erba. All’animale mancava una zampa e prima che lo scrittore potesse domandarsi chi era il responsabile un grosso felino striato balzo addosso all’animale per divorarlo.Idriess fuggì impaurito dal suo ruggito. Tempo dopo avvistò un secondo esemplare morto.Accanto ai suoi resti vi era un cane forse il responsabile della sua morte.
Vi sono stati anche avvistamenti di felini in altre zone del continente. Come a Bomaderry nel Nuovo Galles del Sud dove un locale avvisto un animale nero simile ad un gatto ma più grosso di un dobbermann.Lo stesso uomo una sera nei pressi di una segheria udì un verso simile a quello di una gatta che chiama i piccoli e vide una grossa ombra seguita da due più piccole.Cropper e Gillroy due crptozoologi studiando questi avvistamenti hanno ideato una loro teoria seconda la quale questi felini sarebbero dei veri puma appartenuti ai militari americani stanziati in Australia nella seconda guerra mondiale. Anzichè sopprimere gli animali alla loro partenza gli avrebbero invece lasciati vivi.
Ma le Blue Mountains furono invece teatro degli avvistamenti di un grosso felino descritto come un leone. Nel distretto di Mulgoa un agricoltore ne uccise un esemplare piuttosto giovane delle dimensioni di un gatto e dai canini molto sviluppati. Le autorità lo etichettarono come un gatto deforme. Ma nel 1945 alcuni uomini si imbatterono in quattro animali simili a leoni. Gli indigeni li chiamano Warrigals e sarebbero noti per le loro razzie di bestiame. Le impronte ritrovate somigliano a quelle del thylacosmilus un marsupiale carnivoro estinto da quindicimila anni.Animale che in effetti possedeva dei canini particolarmente sviluppati. Ne sono dunque sopravvissuto degli esemplari?Per ora non sono emerse prove a sostegno di questa tesi.

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Blogplay

2 Comments for this entry

Creare blog