Crea sito

Il Mistero del Castello (1962)

by morettafra on mag.15, 2011, under Horror, Recensioni Film, Vampiri


TITOLO ORIGINALE: Kiss of the vampire
REGIA:Don Sharp
SINOSSI
Gerald e Marianne,una giovane coppia in luna di miele in Bavaria si ritrovano preda delle attenzioni del Dr. Ravna e dei suoi figli.
COMMENTO
Originariamente concepito per essere il terzo capitolo della saga di Dracula e basato su una sceneggiatura di Anthony Hinds,la pellicola venne poi affidata a Don Sharp e realizzata come pellicola di vampiri a se stante.(In seguito alla decisione della Hammer di riportare in scena Dracula per il terzo capitolo.)La pellicola mantiene quindi alcuni elementi di “The Brides of Dracula” come la rappresentazione del vampirismo inteso come disagio sociale che colpisce coloro che cadono nella corruzione morale.(Concetto tipicamente Vittoriano,ma d’altronde siamo nell’epoca d’oro dei film Hammer e una certa morale Vittoriana accomuna tutte le pellicole)Il finale del film con magia nera e stormi di pipistrelli era stato previsto inizialmente per “The Brides of Dracula” ma rimosso perchè rifiutato da Cushing.Con “The Brides of Dracula” condivide anche una sequenza simile,in cui un ammazzavampiri morso da una vampira per evitare il contagio cauterizza la ferita con il fuoco.(Proprio come faceva Cushing in “The Brides of Dracula”)Si tratta di un film piuttosto interessante proprio per come rappresenta il vampirismo.Come già detto è una sorta di male in cui gli uomini cadono quando si lasciano corrompere dal peccato,si tratta quindi di un autentica malattia morale.I vampiri inoltre sono organizzati come una setta,un culto i cui capi sono Ravna e i suoi figli.Pur avendo le zanne e i classici punti deboli come la luce del sole,l’aglio e i simboli sacri non sembrano dormire in bare durante il giorno.La loro alimentazione inoltre non si basa solo sul sangue ma permette loro di mangiare anche cibi normali.Elementi che sembrano suggerire che Ravna e i suoi possano essere vampiri viventi.Il finale può apparire goffo per la sua realizzazione tecnica,l’effetto speciale usato per muovere i pipistrelli,ma conserva comunque una certa visionarietà.Insomma consigliato sia a chi ama i film Hammer,sia a chi cerca un film di vampiri ben fatto e con qualche spunto interessante.
NOTA.Ne esiste una versione modificata per la tv americana e intitolata “Kiss of Evil”,che presenta scene tagliate e aggiunge personaggi nuovi.

Kiss of the Vampire opening scene

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Blogplay
:,

8 Comments for this entry

  • Nick

    La Hammer. E pensare che credevo di conoscerli tutti i film prodotti da Carreras e soci. Piuttosto cosa ne pensi delle produzioni più recenti della “nuova” Hammer di questi ultimi anni?

  • morettafra

    Della produzione Hammer recente ho visto solo Wake Wood e mi è piaciuto molto,pur non essendo perfetto l’ho trovato comunque ben fatto e valido.se anche glialtri film sono come Wake Wood allora questa nuova Hammer sta facendo un buon lavoro.

  • Nick

    Fatto, citato il tuo blog in un post. Non sono il solo lo ha fatto anche TIM.
    Buona giornata.

  • morettafra

    Grazie Nick (e anche a TIM ovviamente).Buona giornata anche a te.

  • EDU

    Ottimo post, Fra.
    Ho visto tanti film della Hammer (che adoro alla follia!) ma questo mi era sfuggito.
    Lo metto nella lista dei film da recuperare.
    Continua così…^__^

  • Eddy

    Il titolo italiano mi fa venire in mente il più famoso textual adventure game “Avventura nel castello”… mah, i titoli tradotti sono sempre stati un fiore all’occhiello per le distribuzioni de noartri ;)

  • morettafra

    Vedrai che non te ne pentirai,anche perchè qui siamo ancora nell’epoca d’oro della Hammer.

  • morettafra

    @Eddy.Quanto hai ragione,oltrettutto mi sembra che “Il mistero del castello” fosse già stato usato per il film degli anni 20 “The Cat and the Canary”.

Creare blog