Crea sito

Il Sangue del Vampiro (1958)

by morettafra on dic.12, 2011, under Horror, Recensioni Film


In seguito allo straordinario successo de La Maschera di Frankenstein molti paesi cercarono di imitare lo stile della Hammer.In America la Universal produsse alcune pellicole che cercavano di emulare i film della casa inglese.Il Sangue del Vampiro rientra in questa categoria e conta una sceneggiatura di Jimmy Sangsters lo sceneggiatore di fiducia della Hammer.Nonostante il titolo  non parla di vampiri ma di uno scienziato pazzo Callistratus che compie esperimenti di transfusione del sangue.Creduto un vampiro dai suoi compaesanei viene giustiziato.Riesce a salvarsi e diviene anni dopo direttore di un manicomio criminale dove continua i suoi esperimenti.Un giovane dottore di nome Pierre ingiustamente accusato di un crimine viene portato su suo ordine nel suo manicomio affinchè lo aiuti nelle sue ricerche.Ovviamente Pierre non intende passare il resto della sua vita ad aiutare il sinistro medico.Cercherà quindi di fuggire aiutato dalla donna che ama.Nonostante il film cerchi di rifarse alle pellicole della casa inglese è di fatto debitore dei classici della Universal dei quali inserisce fedelmente molti clichè.Come il servo deforme di Callistratus che finisce per innamorarsi della fidanzata di Pierre e per lei si ribella al suo padrone.(Il cui trucco è uno dei punti deboli del film)La violenza è più forte rispetto ai classici film Universal,con teste e interiora conservate in alambicchi,mutilazioni e ovviamente molto sangue.Tanto che all’epoca il film fù definito sadiano e censurato in alcuni paesi.Callistratus è intepretato ottimamente dall’attore teatrale Donal Wolfit che lo rende sinistro e anche un pò misogino.(A giudicare dalla gioia maligna con cui cerca di usare come cavia Barbara Shelley)Wolfit inoltre assomiglia molto al celebre Bela Lugosi,tanto per rinsaldare il legame con i vecchi titoli della Universal.Il regista Henry Cass sembra fosse specializzato in drammi strappa lacrime e Il Sangued el Vampiro rimane il suo risultato migliore.(Tanto che per alcuni il vero merito sarebbe di un regista-ombra Monty Berman)Personalmente mi sono divertito nel guardarlo e se non vi dispiacciono i vecchi film gotici ve lo consiglio.

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Blogplay

4 Comments for this entry

Creare blog