Crea sito

Nosferatu:Plague of Terror

by morettafra on gen.09, 2012, under Horror, Recensioni Fumetti, Vampiri


Primi anni 90.In netta contrapposizione con la moda imperante che vuole i vampiri come creature affascinanti e complesse (ma non veramente cattive) su modello dei bestsellers della Rice una piccola casa editrice la Millennium pubblica una miniserie dedicata al vampiro più mostruoso di tutti i tempi:Graf Orlok.Creato da Murnau per il film del 1919 Nosferatu Orlok sarebbe in realtà Dracula a cui Murnau cambiò nome e aspetto per non incorrere in problemi legali (poichè non aveva ottenuto i diritti di trasporre il romanzo di Stoker).I testi erano di Mark Ellis e la storia prendeva inizio in una moderna metropoli.In un palazzo vengono ritrovati dei cadaveri che presentano segni di peste bubbonica ed un libro,un diario scritto a mano che racconta la storia di Sir William Longsword.Di ritorno dale crociate con il proprio scudiero il cavaliere decide di fermarsi in un castello per cercare una cavalcatura per quest’ultimo.Il castello un tempo appartenente al Barone Graf Orlok è ora un monastero retto da un particolare gruppo di suore l’Ordine del Sepolcro.All’interno del castello Sir William troverà quasi tutte le suore morte a causa della peste e mentre ascolterà dall’unica ancora in vità uno strano avvertimento,il suo scudiero in cerca di tesori libererà qualcosa che era sigillato.                                                                                                                                                                             Un male antico che porta il nome di Graf Orlok e a cui Longsword cerca di opporsi ottenendo solo di essere morso e trasformato in un morto vivente.Condannato ad un immortalità che non desiderava Longsword inizierà a dare la caccia al vampiro seguendone la scia di follia e pestilenza in epoche e nazioni diverse.Come in India dove Orlok è divenuto sacerdote presso i Thugs,in Vietnam dove il non-morto haveva radunato un esercito per finire nei sobborghi delle moderne metropoli dove Orlok trova seguaci tra i diseredati della moderna società.E dove in una vecchia abbazia Longsword cercherà di mettere fine alle nefaste imprese del vampiro prima che quest’ultimo ceda il suo ruolo ad un innocente.Ellis tratteggia Orlok rifacendosi al folklore e rispolverando l’idea del vampiro come portatore di peste.Peste che è tratteggiata come una oscura divinità della quale Orlok è infine solo un servo.Un male al quale ci si deve opporre con nobiltà ma anche fermezza come Longsword ha imparato nei secoli temprato dalla crudeltà del non-morto.Ma forse  anche quando viene annientato il male è destinato a ripresentarsi sotto nuove sembianze. 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Blogplay

4 Comments for this entry

Creare blog