Crea sito

Pumpkinhead (1988)

by morettafra on gen.02, 2012, under Horror, Recensioni Film


A volte può capitare di imbattersi in piccole gemme nascoste per puro caso.Un pomeriggio di pura noia,la ricerca di un titolo che ci attiri e BAM ecco che l’occhio cade su un nome,uno degli attori che recitano nel film che hai sottomano.Lance Henriksen.Uno dei migliori e più sottovalutati attori degli ultimi anni.Un film con Henriksen non può essere male giusto?Ed ecco che ci tuffiamo nella visione del film rimanendone a sorpresa coinvolti e appagati.Il film in questione è Pumpkinhead debutto alla regia del mago degli effetti speciali Stan Winston ed è un onestissimo B-Movie diretto come Dio comanda.L’idea per il film venne da una poesia di Ed Justin in cui si parla di uno spauracchio che colpisce coloro che commettono cattive azioni.Da questa premessa viene sviluppata una fiaba nera su perdita e colpe.Ed Harley gestore di un emporio di montagna perde il figlio a causa di un incidente provocato da alcuni ragazzi di città.Sconvolto dal dolore e dalla rabbia chiede ad una vecchia strega di punire i responsabili.E la donna lo farà evocando un demone.La vendetta però non è una cosa veloce e indolore come apprendera Harley.Lui è il demone sono in simbiosi ed il pover’uomo sente tutto ciò che il demone commette,comprese il dolore che provoca alle sue vittime.Resosi conto del suo errore Harley cercherà di rimediare aiutando l’unica ragazza sopravvissuta all’attaco del mostro.La regia di Winston è solida e riesce a gestire bene il clima di dolore,aspettativa e pentimento che la storia genera.La sequenza in cui il figlio di Harley muore è lenta,realmente dolorosa tanto quanto rapido è stato l’incidente.Quando il piccolo muore tra le braccia del padre noi sentiamo la scena e ne rimaniamo colpiti.Henriksen è straordinario nel ruolo di Ed Harley un padre affettuoso che dopo aver perso il proprio bambino non ne accetta la perdita e spinto dalla rabbia crede di poter ottenere una vendetta facile.I ragazzi di città pur nella loro incoscienza sono meno idioti e stereotipati del solito,al punto che poco prima dell’attacco il responsabile dell’incidente decide di costituirsi.Lo splatter è abbastanza centellinato in favore di una certa suspense favorità anche dai pesaggi naturali,brulli e ostili e da un buon uso delle luci con virate verso in colori blu scuro e arancio.La creatura costruita da Winston è di buona fattura anche se un pò ricorda lo xenomorfo di Alien.Interessante il legame simbiotico che lo unisce a chi lo invoca,tale che nel finale il suo viso fosse una parodia distorta di quello Harley.Come se Pumpkinhead in fin dei conti fosse la metà oscura a cui a volte a causa di un dolore troppo grande cediamo.
Pumpkinhead (1988) Trailer

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Blogplay
:,

8 Comments for this entry

Creare blog