Crea sito

The Resurrected (1992)

by morettafra on gen.24, 2012, under Horror, Recensioni Film


Nonostante abbia contribuito a un importante fetta dell’immaginario degli anni 80 come sceneggiatore Dan O’Bannon ha personalmente diretto solo due film.Il primo è uno dei più originali e divertenti “emuli” della saga Romeriana Il Ritorno dei Morti Viventi,mentre per il suo secondo film sceglie di adattare un racconto di H.P.Lovecraft Lo strano caso di Charles Dexter Ward in passato già trasposto da Roger Corman in The Haunted Palace.Ma a differenza della pellicola di Corman il film di O’Bannon risulta più fedele al testo originario pur ovviamente trasferendo la storia dal Rhode Island del 1928 ai giorni nostri.L’investigatore John Marsh viene ingaggiato da Claire Ward affinchè scopra la natura degli strani esperimenti che il marito Charles Ward sta praticando in completa solitudine.L’uomo era ossesionato dalla storia di Joseph Curwen uno stregone del 1700 che condivideva una forte rassomiglianza fisica con lui.Lentamente le indagini portano alla luce una realtà spaventosa: Curwen era un antenato di Charles Dexter dedito a riportare in vita i morti tramite pratiche proibite ed un ormai degenerato Charles ne sta seguendo l’esempio.O almeno cosi sembra…
L’intera storia è narrata in flashback da Marsh appena reduce da fatti decisamente fuori dal normale.Come già detto a parte l’ambientazione moderna e l’aggiunta di Marsh e  Claire il film ripercorre piuttosto fedelmente il racconto originale,presentandoci uno dei mad doctor creati da Lovecraft Joseph Curwen.Lo definisco tale in quanto i suoi metodi e il suo scopo lo accomunano più ad un Herbert West o più precisamente ad un Barone Frankenstein che al classico stregone.Curwen resuscita i morti per impadronirsi delle loro conoscenze e per sconfiggere la morte ottenendo l’eternità.I risultati dei suoi esperimenti sono creature imperfette e affamate che tiene prigionieri nei sotteranei della sua proprietà.A dare viso e corpo a questo genio maligno è Chris Sarandon affascinante e diabolico,capace di essere minaccioso perfino tra le pareti imbottite di un manicomio.(Altro che Hannibal Lecter…)Il film usci come direct to video dopo una storia travagliata,i produttori lo fecero rimontare da capo infiaschiandosene del montaggio di Dan O’Bannon.(Che si infuriò come una iena perchè lo considerava il suo lavoro più riuscito)Di questo il film ne risente particolarmente all’inizio con un ritmo lento un pò confuso che però si stabilizza durante la visione riprendendo quota (Fastidiosa nei primi minuti la voce narrante di Marsh).Il tasso di splatter è contenuto rispetto a pellicole analoghe degli anni 80,meno slapstick è più maturo rispetto a Il Ritorno dei Morti Viventi con effetti speciali di buon livello (Impressionanti i resuscitati di Curwen).C’è una scena quella della resurrezione di Curwen in cui mi domando se O’Bannon abbia voluto lanciare un piccolo omaggio a Frankenstein,poichè l’intera sequenza ricorda una delle prime illustrazioni del romanzo di Shelley (Ma forse sono solo miei deliri…)Decisamente consigliato e a parer mio un piccolo gioellino ingiustamente dimenticato.
The Resurrected (1992) Trailer

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Blogplay
:,

4 Comments for this entry

Creare blog